Atletica Roma Acquacetosa Atletica Roma Acquacetosa

Home page > La Nostra Atletica > Prima prova del Campionato Regionale di cross, categoria MASTER.

Prima prova del Campionato Regionale di cross, categoria MASTER.

giovedì 21 gennaio 2010, di Marco Bruno


Domenica 13 gennaio sul circuito dell’ippodromo delle Capannelle si è svolta la prima prova del Campionato Regionale di società, categoria MASTER, di cross. In una fredda mattinata invernale, sotto un cielo grigio che minaccia pioggia da un momento all’altro, un manipolo di ardimentosi runners ultratrentacinquenni si è radunato sotto i propri colori societari per sfidarsi sulla nuda terra dando vita a questa prima prova di cross.

Il piacere di trovarsi di nuovo insieme è accresciuto dalla soddisfazione e dall’orgoglio di indossare le nuove maglie della Atletica Roma Acquacetosa che, accanto all’ormai storica foglia di gelso, ci propone quest’anno una maglia bianca bordata di rosso. Viene voglia di correre solo a guardarla! All’appuntamento non manca nessuno. Le “energiche” e “convincenti” convocazioni del coach, che non ammettevano repliche, né tentennamenti, hanno sortito il loro effetto e ci siamo ritrovati quindi in campo con quasi tutte le categorie coperte. Va meno bene per il gruppo master donne che si presentano alla partenza in due. Sono Patrizia Castellano e Bianca Trionfi (nuovo acquisto della Società, che simpatica ed estroversa si è ritagliata in poco tempo un posto da protagonista nel gruppo).

La prova delle donne, che si svolge sulla distanza dei 4 km., registra comunque la grande affermazione di Patrizia che conduce la gara con grande aggressività e determinazione tagliando il traguardo in settima posizione assoluta in 16’57”, classificandosi prima nella categoria MF 50, e portando il massimo del punteggio alla squadra. Bianca non è da meno. Anche lei dà fondo a tutte le sue energie e arriva esausta al traguardo in 19’44” piazzandosi 36° nella classifica generale e decima nella sua categoria portando ben 31 punti alla squadra.

Alle 12,50, come da programma, prende il via la prova maschile. Considerata la temperatura e i vari acciacchi muscolari che ognuno di noi porta in dote alla gara, cerchiamo di fare un riscaldamento dignitoso, qualche allungo. I migliori hanno le scarpe chiodate, ma il terreno sembra asciutto e compatto così che anche chi non le ha, o non ha il coraggio di indossarle, possa dare il meglio nel proprio gesto atletico. La prova si articola sui 6 km. prevedendo un anello interno da due km. circa da ripetere due volte e due tratti, da un km. ciascuno, per raggiungere l’anello prima e per lasciarlo, alla fine.

Al via, la selezione delle forze in campo è immediata. Il valore tecnico e la differenza di età tra le varie categorie determina già dopo i primi metri un evidente sgranamento del gruppo. Il primo tratto del percorso è sabbioso, i piedi scivolano, chi non ha le scarpe chiodate inizia a rimpiangere di non averle messe. I più prudenti o meno sicuri della propria forma dosano le forze, ognuno imposta la gara cercando il proprio ritmo. Cacciamani, il nostro Calfapietra, Makkhloufi e Piferi la fanno da padroni distaccando abbondantemente tutti gli altri con una gara tirata e combattuta che chiuderanno, nell’ordine, sotto i 20’.

Gianluca, con uno splendido 19’39” taglia il traguardo in seconda posizione e, primo nella categoria MM35, porta 40 punti alla squadra. Non da meno è il nostro Presidente, Mario Benati, che senza mollare mai si piazza con la sua corsa elegante 22° assoluto con il tempo di 21’59” e 6° nella sua categoria portando ben 34 punti alla squadra. E poi c’è il nostro coach, Marcello, che nonostante il “trombo” dà a tutti una lezione di sport dando fondo a tutte le sue forze ed al suo noto bagaglio tecnico e agonistico, chiudendo la gara in 51° posizione con il tempo di 24’01”. E sono altri 28 punti alla squadra! Segue Dario Corsi, che conduce comunque una gara brillante nonostante la pubalgia che lo perseguita da un po’ chiudendo la gara in 25’09”. Altri 28 punti alla squadra! E poi arriviamo in rapida successione anche noi: in testa Roberto David, il migliore delle new entry, che alla sua prima campestre gestisce una grande gara, Francesco Cecchini, Marco Zaccagnini, Ermanno Rambotti (il nostro Rambo, quello della maratona del deserto, per intendersi) che porta la bellezza di 30 punti piazzandosi primo nella sua categoria) ed il sottoscritto. E non finisce qui. Mentre i primi sorseggiano stremati un te caldo, nello spazio di due minuti arrivano anche Nino Cirillo, Marcello Torregrossa, Vittorio Cogliati Dezza e Alessando Alimonti ognuno con un carico prezioso di punti per la squadra e con sorrisi stampati sul volto che la dicono lunga sulla soddisfazione ricavata dall’impresa. Ultimo della società, ma di fondamentale importanza ai fini della classifica arriva Mauro Procaccianti che, secondo della sua categoria MM70, porta il bel gruzzolo di 29 punti alla squadra.

Siamo tutti contenti, a parte la mia coscia che mi costringe ad un passo evidentemente claudicante. Facciamo qualche foto di gruppo. Adesso siamo una squadra compatta. Ci sentiamo quasi forti. I risultai finali ci confermeranno la sensazione. Siamo quarti nella classifica regionale con un totale di 298 punti. Ciò vuol dire che se ci impegniamo di più e partecipiamo tutti potremmo addirittura arrivare secondi. E allora appuntamento ai Pratoni del Vivaro, il 31 gennaio, per la seconda prova, per dimostrare chi sono e quanto valgono questi master dell’Atletica Roma Acquacetosa con la foglia di gelso sul petto!!.

Marco Bruno


| Mappa del sito | Area riservata | SPIP | Contattaci |Area Ara |