Atletica Roma Acquacetosa Atletica Roma Acquacetosa

Home page > La Nostra Atletica > Corsa di Miguel del 24 gennaio 2010: sensazioni.

Corsa di Miguel del 24 gennaio 2010: sensazioni.

martedì 26 gennaio 2010, di Marco Bruno


Sensazioni di fine gennaio, di una domenica colorata da un pallido sole che appena ti scalda.

Sensazioni di un giorno in cui temi di entrare, per quel triste ricordo che non riesce a sparire.

Sensazioni di calore, nella stretta di mano del compagno di corsa che là torna a correre Miguel. E svogliatamente, distrattamente, stancamente ci provi, ma non ti riesci a scaldare.

Sensazioni di ansia prima del via, prima di vivere quei dieci chilometri che ti separano dalla meta che Riccardo ha mancato. E poi, sensazioni di ebbrezza quando fuggi leggero tra un fiume di gambe all’eco ritmato di migliaia di piedi.

Sensazioni di allegria quando senti il calore del corpo che pian piano ti invade sciogliendo quel gelo che non riuscivi a placare.

Sensazioni di vaga euforia, quando senti che infine reagisci e vai sempre più avanti, accanto a quel fiume che ti guarda tranquillo.

Sensazioni di forte emozione quando vedi i “suoi” amici, che corrono insieme a “suo” figlio, indossando una maglia che parla di “lui”.

Sensazioni vitali quando incontri qualcuno che, correndoti accanto, ti sprona ad andare.

Sensazioni di pace quando arrivi alla fine pensando che un giorno così non potrai mai cancellare. Ancora calore quando siedi sull’erba che odora d’inverno a raccontare l’”impresa”.

Sensazioni di serenità quando guardi gli occhi felici di un ragazzo, cui la vita ha strappato l’affetto più caro, sapendo che “lui”, sorridente e orgoglioso, dall’alto lo sta a guardare.

Sensazioni di fine gennaio, di una domenica colorata da un pallido sole, del giorno in cui hai corso Miguel.


| Mappa del sito | Area riservata | SPIP | Contattaci |Area Ara |